Stampa

Il basilico da noi è lavorato in modo tradizionale, come previsto dai disciplinari di produzione del Basilico Genovese D.O.P  e del Marchio collettivo geografico Unione Agricola Genovese.

Il ciclo culturale comincia, dopo una concimazione organica naturale, con una fresatura del terreno e la successiva sterilizzazione a vapore secco a 180 gradi centigradi. In seguito a questo una leggera “rastrellata” e la semina.

 

Dopo 20 giorni in estate e 50 di media in inverno iniziamo la raccolta, coltivato in piena terra, selezioniamo pianta per pianta che abbia raggiunto la giusta dimensione,di modo che possa avere il miglior rapporto aromatico/organolettico, viene diradato di modo da lasciare la possibilità che le piante ancora troppo piccole possano crescere per una successiva raccolta. Una volta che il basilico diventa rado viene lasciato sviluppare di modo che diventi una pianta adulta idonea ad essere usata come aroma invece che per il pesto o destinata ai “trasformatori” (Produttori di Pesto)